PokerTH: il poker anche per Linux

Siete ancora indecisi se effettuare o no il passaggio ai vari sistemi operativi del pinguino? Ecco un motivo in più per spostare l’ago della bilancia dalla parte dell’opensource. L’accusa principale (seconda solo ai vari problemi legati a qualche periferica particolarmente astrusa) che molti utenti fanno è che Linux, sia questo Ubuntu, Suse o Fedora, non è fatto per giocare. E non hanno tutti i torti. Ancora sono pochi (per non dire nessuno) i giochi mainstream che decidono di supportare nativamente Linux.
Da qualche anno a questa parte però la community dell’opensource si è messa all’opera per portare agli utenti Linux delle piccole perle videoludiche fra le quali c’è anche questo fantastico gioco poker. Il poker (non parliamo di videopoker o di single player con donnine nude varie) è a lungo rimasto uno dei giochi a cui i linuxiani dovevano rinunciare, questa volta non a causa di requisiti grafici, ma forse più per volontà delle poker-room che non hanno mai realizzato versioni compatibili con i sistemi linux. Qualcuna promette di far giocare i proprio utenti tramite il normale browser ma questa soluzione non convince e la maggior parte degli utenti linux preferisce utilizzare il software delle poker-rooms tradizionali su WINE. Ad ogni modo non tutti gli amanti del poker sono disposti a spendere per giocare ed è proprio per questo che nasce PokerTH, un semplice gioco di poker Texas Hold’Em  con dietro un’attivissima community di giocatori. Installarlo e provarlo è semplice; il software è compatibile con tutte le distribuzioni. Se state leggendo questo post da un pc di casa Microsoft non disperate, c’è una versione anche per voi e la trovate insieme alle altre nella pagina ufficiale  del gioco.
email

Autore: Simone Tambasco

Geek inside (pure troppo)

Condividi su