La nuova CPU Intel a 50 core: MICa da ridere!

Ricordo i processori da 1 GHz, ed il loro trionfale ingresso carico di  aspettative, poi l'avvento di quelli a 2, a 3 GHz... e il resto della storia lo conoscete. Negli anni abbiamo assistito ad un susseguirsi di tecnologie, che in gara con loro stesse, ad un ritmo sempre più serrato, hanno un po' rotto quell'entusiasmo iniziale. Tuttavia ecco che una sproporzione può catturare nuovamente la nostra attenzione.Una CPU Knights Corner in mano a Rajeeb Hazra, General Manager di Intel

E così eccoci a parlare di Intel, che ha presentato le sue nuove unità di calcolo ad architettura MIC (Multiple Integrated Core), le quali, sebbene non destinate ad apparati di fascia "consumer", rappresentano ugualmente un grosso traguardo della tecnica e generano attorno a se' grossa curiosità.

50: questo il numero di core che condividono il medesimo chip al di sotto dello strato metallico che reca la scritta Knights Corner; Grazie a questa nuova tecnlogia, sarà possibile l'elaborazione di flussi di dati di 1 Teraflop. Per farvi un'idea, considerate che l più veloce i7 attualmente in circolazione arriva a  109 Gigaflop, oppure che la super GPU di Nvidia basata su architettura Fermi, a dispetto dei suoi 512 core e 6 GB di memoria dedicati, è  capace di gestire  "solo" 665 gigaflops con calcoli in virgola mobile a doppia precisione...

Qui mi fermo. Perdonate la chiusura polemica, ma mi auguro che simili passi avanti possano farsi strumento di un reale progresso, traducendosi in vantaggi concreti in termini di salute, libertà  e quant'altro possa giovare al genere umano, piuttosto che alla temuta singolarità tecnologica. Speriamo bene!

email

Autore: GinoCQ

Web designer freelance.

Condividi su