Review: WordPress 3.5 Elvin

wordpress 3.5Quello ritratto in foto è  Elvin Jones, batterista del noto quartetto di John Coltrane. A lui è dedicata la nuova release di WordPress. Ovviamente non ci occuperemo di quali analogie possano mettere in relazione un CMS e un musicista jazz, ma vedremo di scovare insieme quale sia l'eccellenza che ha suscitato cotanta dedica.

La prima novità eccellente giunge al termine della (invariata) procedura d'installazione e si tratta del nuovo e tanto atteso tema Twenty Twelve, studiato attorno ad accessiblità, adattività e minimalismo. Ad esso è legata parte delle nuove funzionalità introdotte.

Effettuato l'accesso al backend, si nota in bacheca la presenza di un grosso pulsante che rimanda alla sezione dedicata alla personalizzazione del layout, dove è ora anche possibile selezionare le opzioni per la prima pagina, precedentemente "relegate" altrove (impostazioni->lettura). Tali modifiche sono raggiungibili anche dalla sezione temi;  per questa ed altre opzioni si è scelto accrescere la ridondanza, nell'ottica di fare cosa gradita a neofiti e non.

il menu customize del tema

Interessante feature del neonato (e tardivo) Twenty Twelve, la presenza di 2 nuove aree widget  "primary frontpage widget" e "secondary frontpage widget", il menu template, disponibile durante l'editing di paginalegate al template di pagina "frontpage", che quando selezionato, consente l'inclusione di quanto introdotto in queste ultime tra i contenuti della pagina interessata.

Potremo quindi inserire con maggiore semplicità in homepage, elementi quali slideshow e altre amenità, limitando gli interventi di hardcoding finora necessari ad alcune operazioni.

Grazie all'adozione delle librerie JavaScript "Underscore" e "Backbone", il menu dedicato all'inserimento di media all'interno di pagine e articoli è ora ancora più comodo e funzionale. In esso sono unificate la gestione di immagini in evidenza, immagini e gallerie. Queste ultime in particolare hanno tratto grande giovamento ed ora sono più semplici da usare, poichè attingono direttamente dalla media library.

la sezione dedicata alle galerie di immagini

Altra interessante novità interessa i plugins, che possono essere marcati come "preferiti", in modo da disporne più agevolmente in caso di nuove installazioni. Questa caratteristica è valida per gli utenti registrati sul sito wordpress.org.

Sebbene a mio avviso manchi ancora qualcosa, è innegabile che la semplicità e funzionalità di WordPress siano in costante crescita ed è un fatto che -a dispetto di altri ambiti- non si rimpiangano affatto le versioni precedenti. La moderazione nell'aggiunta dei cambiamenti lascia intendere che qualcosa stia bollendo in pentola e che le novità vere arriveranno con il Twenty Thirteen....chissà. Staremo a vedere.

Autore: Luigi Lacquaniti

Web designer freelance.

Condividi su