WordPress: realizzare un plugin per Google Analytics

E' notorio che tramite i plugin sia possibile personalizzare pressocché ogni aspetto di WordPress.

Si tratta di un sistema comodo e non invasivo, che consente di apportare le proprie modifiche e migliorie senza intervenire direttamente su files specifici, quindi di mantenere le stesse anche al cambio del tema.

L'inserimento del codice di tracciatura per l'utilizzo di Google Analytics, é uno dei casi in cui si é soliti operare in maniera "invasiva"editando direttamente alcuni files( solitamente functions.php o header.php). A meno che non vi piaccia ripetere ogni volta l'operazione, potreste pensare di racchiudere il tutto in un plugin.

E'quello che ho fatto io.

Cosí é nata la prima versione del (rudimentale ma efficiente) plugin per Google Analytics che sto per proporvi.

Inizieremo col creare la cartella "ganalytics_unofficial_plugin"ed al suo interno i files ganalytics_unofficial_plugin.php tracking.js.

il contenuto della cartella

All'interno di quest'ultimo andrá incollato il codice di tracciatura (reperibile presso il nostro account Analytics), privo dei delimitatori "<script type...>" e "</script>", mentre nel file php, andrá inserito il codice di seguito.

<?php

/**

* Plugin Name: ganaliytics_unofficial_plugin

* Plugin URI: none

* Description: Aggiunge il tracking code di Google AdSense incluso in un determinato file js.

* Version: 1.0

* Author: Lovice Lovais Uoternais

* Author URI: none

* License: GPL2

*/

add_action( 'wp_enqueue_scripts', 'child_add_scripts' );

/**

* Register and enqueue a script that does not depend on a JavaScript library.

*/

function child_add_scripts() {

$tracking_path=plugins_url( 'gadsense_unofficial_plugin/tracking.js' , dirname(__FILE__) );

wp_register_script(

'google-analytics',

$tracking_path,

false,

'1.0',

true

);

wp_enqueue_script( 'google-analytics' );

}

?>

Il codice presente nel file ganalytics_unofficial_plugin.php si basa sulla combinazione essenziale di 3 funzioni, azionate da un hook ed é liberamente tratto da questa pagina del Codex.

La funzione necessaria alla registrazione dello script wp_register_script, é seguita da wp_enqueue_script  e per entrambe il nome dice tanto.

Il campo booleano "footer", consente di caricare lo script insieme al file del footer, piuttosto che a quello dell'header e scongiurare eventuali inproficui ed antipatici rallentamenti in apertura di pagina.

La funzione plugins_url (http://codex.wordpress.org/Function_Reference/plugins_url), ha invece il ruolo di indicare allo script l'URL della cartella dei plugins in maniera esatta. il parametro tra parentesi indica eventuali sottocartelle.

L'installazione del plugin può avvenire in modo manuale raggiungendo il path wp-content /plugins e copiando la cartella al suo interno,  oppure automatizzato, comprimendola e caricandola dal pannello dedicato all'interno del backend (tasto upload).

Non resta che attendere 24 ore per verificare che tutto funzioni ( i dati raccolti non saranno disponibili prima)

Naturalmente si tratta di una versione molto rudimentale, decisamente migliorabile, ma sostanzialmente funziona ed evita vari ed eventuali integrazioni manuali, quindi tanto di guadagnato.

Autore: Luigi Lacquaniti

Web designer freelance.

Condividi su