Eqmac L’equalizzatore audio per Mac

Sebbene abbia molti pregi, Mac OsX non consente la regolazione del suono. Non é disponibile di default un controllo dell' equalizzazione, e la mancanza si fa sentire soprattutto quando si utilizzano piattaforme di streaming quali Spotify e simili. Al di la delle polemiche, vi fará piacere sapere che la cosa puó essere risolta a volo con un software di terze parti. Il suo nome é Eqmac,  é free (lo trovate a questo indirizzo web), e vi consentirá di intervenire sull'output audio del vostro pc con estrema semplicitá.  Una volta installato e lanciato posizionerá un collegamento nella parte alta dello schermo, nella barra dei menu.

Il collegamento ad EqMac sulla barra dei menu

EqMac dispone di una interfaccia minima, ma efficiente: un equalizzatore a bande e la possibilitá di salvare dei preset (non ce ne sono di default).

eqmac-interfaccia eqmac-ouput

EqMac amplia ma non sostituisce le regolazioni base: per quello che attiene la selezione tipo e modalitá di output (stereo/mono) o la distribuzione del suono tra canali destro e sinistro, dovrete sempre ricorrere al menu dedicato all'interno delle Preferenze di Sistema. Noterete che cliccando sull'icona del volume (sempre nella barra dei menu), verrá indicato come fosse un'uscita fisica, quindi potrete bypassarne l'azione selezionando come uscita di default gli altoparlanti interni.

Offre in compenso un boost per il volume (vi ricordate di boom o quello che potete fare con VLC?), che torna molto utile nel caso di files normalizzati con volume troppo basso o piú banalmente coi film in streaming. 😉

Non resta che scaricarlo e provarlo. Buon ascolto.

email

Autore: GinoCQ

Web designer freelance.

Condividi su