Home Android Google Maps: ora visibile anche il tachimetro mentre si guida

Google Maps: ora visibile anche il tachimetro mentre si guida

Da qualche settimana il famoso navigatore made in Google sta (finalmente) implementando delle funzioni prese in prestito dal suo fratellino Waze. Dopo aver visto l’integrazione in mappa degli autovelox, da qualche ora è iniziata la distribuzione di un’altra funzione molto richiesta e fondamentale per iniziare a considerare Google Maps come un vero e proprio navigatore, ossia il tachimetro.

Per verificare se l’opzione risulti già presente sul vostro terminale, andate nelle impostazioni di navigazione di Google Map (menu laterale) e troverete l’opzione da attivare tra le impostazioni di guida.

Da qui in poi troverete l’indicatore della velocità in basso a sinistra nella mappa, assieme al limite di velocità consentito.

Screenshot da AndroidPolice

Questa funzione sta pian piano risultando attivabile in tutto il mondo, se non la vedere ancora disponibile non demordete, è questione di ore.

(PS- sul mio smartphone risulta già attiva 🙂 )

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime dal Blog

Google Maps: al via la modalità “Moto”

Da qualche giorno Google con la sua applicazione Maps ha lanciato la modalità "Due Ruote", ossia come il nome indica, il tragitto suggerito per...

Plex: al via il servizio di streaming gratuito di film e TV show

Plex, il noto media manager nato da costola di XMBC (ora conosciuto come KODI) e divenuto un punto fermo per quanto riguarda la condivisione...

Netflix potrebbe bloccare la condivisione degli account

Uno dei punti più interessanti di Netflix è quello di poter dividere il prezzo dell'account fino a 4 utenti, fattore che sicuramente ha contribuito...

MacOS: come verificare se la propria app installata è 32 o 64 bit

Con l'avvento di Catalina, il nuovo sistema operativo Apple, tra le altre novità ce n'è una che ha frenato gli entusiasmi e le dita...

MacOS: come disattivare l’anteprima dopo lo screenshot

MacOS ha introdotto, su Mojave, una funzione ispirata dalla controparte iOS, ossia la possibilità di poter modificare lo screenshot subito dopo averlo "scattato". Difatti per...