SOL il notebook solare

SOL_Spread_Web_BMamba

Il mercato dell'hardware informatico si è fatto via via una mera questione di numeri e sfidare gli attori in campo è mettersi contro i colossi.

Volendo la sua parte in questo contesto tanto insidioso, la WeWi Telecommunications Inc ha pensato bene di distinguersi, e ha lanciato la linea di notebook SOL, con la quale punta a quanti amano stare all'aria aperta ma non rinunciano alle proprie occupazioni informatiche per ludiche o lavorative che siano.

I  SOL non sono notebook qualunque e la loro messa in produzione rappresenta insieme un piccolo sogno che si avvera ed un bel passo in avanti per le energie rinnovabili, poiché grazie al pannello fotovoltaico integrato, consentono finalmente di affrancarsi dalla schiavitù di prese di corrente ed alimentatori vari realizzando appieno l'ideale di computer portatile.

Amanti del campeggio e non, ci faranno certamente un pensiero.

L'ultimo modello di SOL ad essere immesso sul mercato (al momento in cui scrivo) si chiama Black Mamba ed è caratterizzato dalla straordinaria autonomia di 10 ore (così si legge sul sito della casa madre).

A dirla tutta per completare la carica  della batteria ci vuole altrettanto tempo, ma chiunque abbia seguito l'evoluzione dei pannelli solari, sa che si tratta di un autentico traguardo; d'altro canto utilizzando il notebook di giorno col pannello aperto si potrà davvero stare ad oltranza.

Per consentire una tale autonomia, si è dovuto certamente sacrificare qualcosa in termini di performances, precludendo così al Black Mamba gli utilizzi professionali più spinti. Uno sguardo veloce alle caratteristiche tecniche (riportate in fondo all'articolo), se non fosse per lo schermo (da 13") e il peso (2,2 Kg), potrebbe facilmente farvi pensare un buon netbook, ma alla SOL avranno fatto certamente del loro meglio per ottenere un  bilanciamento ottimale tra velocità, peso e consumi, quindi c'è da accontentarsi.

Se ci pensate un attimo, per scrivere, guardare films, spulciare il web e (tante) altre piccole attività è certamente più confortevole rispetto ad un tablet.

E poi avete pur sempre un pannello solare dietro lo schermo: immaginate le facce di chi vi vedrà all'opera in qualche parchetto!

Se ancora non lo amate, sappiate che costa tra i 300 (circa 225 euro) e i 450$ (circa 337 euro)  e -cosa che susciterà certamente un moto d'orgoglio in qualcuno- che ha cuore Linux (Ubuntu).

Pare verrà commercializzato a partire dal Ghana (paese nel quale le cifre appena esposte sono pari mediamente al pil pro-capite...ma questa è un'altra storia) e non è ancora disponibile sul mercato (europeo e non), ma iscrivendosi ad una apposita newsletter sul sito ufficiale, si potranno ricevere tutti aggiornamenti a riguardo.

Di seguito vi riporto le caratteristiche complete (dati del sito ufficiale).

  • CPU: Intel Atom D2500 1.86 GHz Duo Core, Intel 945GSE + ICH7M
  • HDD: Seagate 2.5” SATA HDD 320GB
  • RAM: Kingston 2-4GB DDRIII SDRAM (Options Available)
  • Graphics: 1080p HD Vide, Built-In Intel GMA3600 Graphics
  • Battery Operating Time: 8 - 10 hours
  • Weight: 5.02 lbs

I/O

  • Display: 13.3" LCD, WXGA, 1366 x 768
  • Camera: 3MP
  • Audio: Realtek ALC661 HD Audio, Built-in 2 Speakers | Internal mic + 1/8” input
  • 3 USB2.0, Headphone jack, HDMI, LAN(10/100), Card reader (SD/MS/MMC)

WIRELESS

  • Modem: 3G/4G World/multimode LTE
  • GPS: gpsOne Gen8A
  • WiFi: MIMO 802.11b/gn (2.4/5GHz)
  • Bluetooth: Integrated Digital Core BT4.0

AAAACCATTATEVILL'!(cit.)

Autore: Luigi Lacquaniti

Web designer freelance.

Condividi su