Home Guide Come scrivere su NTFS da Mac, gratis?

Come scrivere su NTFS da Mac, gratis?

Sebbene sia giunto alla tredicesima versione, Mac OSX non consente ancora nativamnente la scrittura su filesystem NTFS.

Per caso o complotto che sia, tocca organizzarsi. A tal proposito oggi vedremo come ovviare al problema servendoci del Terminale  e di un paio di applicazioni (gratuite) .

Prima di cominciare

Durante la procedura, sarà necessario riavviare la macchina due volte. Sebbene sia molto difficile incorrere in particolari complicazioni, mi preme dirvi che non mi assumo alcuna responsabilità per eventuali danni o effetti imprevisti derivanti dalle indicazioni che seguono.
Collegate il Mac all’alimentazione (non si sa mai), chiudete le applicazioni sulle quali state lavorando, ed armatevi di pazienza.

OSXFuse

Successore di MacFuse, OSXFuse è un software che lavora come una estensione del Kernel in “user space” .fuse-osx-install

Portatevi a questo indirizzo e scaricate la versione per il vostro OS.

Homebrew e Xcode

Homebrew è un package manager, ovvero un gestore di software aggiuntivo. Gli utenti Linux lo troveranno familiare ad “apt”.
Incollando la seguente riga nel terminale, partirà l’installazione di “Homebrew”;

/usr/bin/ruby -e “$(curl -fsSL https://raw.githubusercontent.com/Homebrew/install/master/install)”

probabilmente a questo punto una finestra del Sistema Operativo vi segnalerà l’ assenza di Xcode, quindi verrete guidati nella relativa installazione (necessaria). Terminata l’installazione di Xcode, tornate a quella di Homebrew, digitando la vostra password e dando invio.

A questo punto lanciate il vostro primo comando:

brew install homebrew/fuse/ntfs-3g

verrà installato lo script necessario per scrivere su fs NTFS.homebrew-install

Il controllo di integrità (csrutil ) e la modalità Recovery

A questo punto, per inviare i prossimi comandi, sarà necessario disabilitare temporaneamente il controllo di integrità del Sistema Operativo, atto a preservare alcune aree del disco da cambi di proprietario e/o permessi; per farlo dovrete accedere in modalità “recovery”  ovvero avviare il Mac tenendo premuti i tasti command e R.

N.B.: gli utenti di versioni antecedenti a Yosemite possono saltare questa operazione;

Una volta entrati, ignorate il wizard per la reinstallazione/ripristino del sistema operativo, portatevi nel menu Utility (in alto), e da lí selezionate il Terminale.

Digitate

csrutil disable

ed avrete disabilitato il controllo di integrità.

Una volta fatto, uscite e riavviate normalmente (io uso il comando reboot direttamente).

A questo punto accedete nuovamente al Terminale e lanciate (uno per volta) i seguenti comandi

sudo mv /sbin/mount_ntfs /sbin/mount_ntfs.original

sudo ln -s /usr/local/sbin/mount_ntfs /sbin/mount_ntfs

Non resta che riavviare nuovamente in modalità ripristino per riabilitate il controllo di integrità digitando nel Terminale

csrutil enable

Dal prossimo riavvio, potrete scrivere sui dischi NTFS: non andrete alla velocità della luce, ma almeno non sarete totalmente tagliati fuori.

 

Luigi Lacquaniti
Web designer freelance.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime dal Blog

Linux on Dex ora compatibile con Galaxy S9, S10, e Tab S5e

Uno dei grandi vantaggi del mondo Android è la loro versatilità. Negli ultimi anni, il mondo Samsung nello specifico, ha introdotto una modalità desktop...

“Quanto è affollato il treno?” Google Maps inizia a chiedere più dettagli ai pendolari

Google Maps è una delle applicazioni più utilizzate giornalmente dalla stragrande totalità degli utenti e nei loro labs spesso vengono introdotte in sordina nuove...

Come testare la versione mobile di una pagina web su Desktop

Spesso, per un motivo o per un altro, ci si ritrova a dover testare una pagina web in modalitá Desktop ed a volte il...

Netflix: eliminato il primo mese di prova gratuito

Da qualche settimana Netflix sta attuando nuovi test proponendo diversi piani tariffari, vedasi in India ad esempio, con un piano super economico o in...

Chrome su Desktop presto permetterà l’installazione delle PWA

Google ha già reso disponibile sul suo browser di "test" Canary, una funzione che a mio avviso è molto, ma molto utile, ed allo...