Plex, il noto media manager nato da costola di XMBC (ora conosciuto come KODI) e divenuto un punto fermo per quanto riguarda la condivisione della propria libreria multimediale, da oggi offre un nuovo servizio di streaming video, a la Netflix.

Chiudendo accordi con MGM, Warner Bros, Lionsgate e Legendary, Plex parte già con il piede giusto, anche se la strada per divenire un fulcro per quanto riguarda lo streaming, è ancora lunga.

La novità sta nel fatto di offrire un piano completamente gratuito, a patto di accettare degli annunci pubblicitari.

Nota dolente? Al momento il catalogo è ovviamente scarno e sprovvisto dell’audio in italiano (solo sottotitoli per alcuni video).

Potrete accedere a Plex via web oltre che usando le solite app per MacOS, Windows, SmartTV e sui vari box come Apple TV, Roku, SmartTV, PlayStation, Xbox, FireTV.

WordPress › Errore

Si è verificato un errore critico sul tuo sito web.

Scopri di più riguardo al debug in WordPress.