Nel mondo Linux, le “distro live” sono una manna dal cielo, ossia sono quelle distribuzioni che non necessitano di un’installazione e che possono essere “lanciate” tramite un disco ottico o una porta USB. Nell’ultimo evento Google I/O, è stata presentata una versione “live” di Android Q con un nome incerto (“Dynamic System Updates” ? “Live Images” ? “Dynamic Android“?) ma con una sua funziona molto chiara, ossia appunto di essere una distribuzione live pensata soprattutto per gli sviluppatori in modo che possano provare le applicazioni senza dover per forza installare una beta (o un altro sistema operativo).

Inoltre siccome non apporta nessuna modifica al sistema, la distro si potrà utilizzare anche su dispositivi con bootloader bloccato. Non è ancora disponibile una data di lancio ma sicuramente questa notizia farà felici sviluppatori (e smanettoni).

 

Via

WordPress › Errore

Si è verificato un errore critico sul tuo sito web.

Scopri di più riguardo al debug in WordPress.