Gustose novità in casa Raspberry.

A quasi un anno dal lancio della Pi4 (e circa 3 milioni di unità vendute, di cui 2 a me 😀 )  è stata rilasciata una nuova versione con 8GB di RAM, che si affianca ai modelli da 2 e 4 GB. Nello specifico, il nuovo modulo da 8GB è di tipo LPDDR4, prodotto da Micron. La scheda madre ha subìto un piccolo cambio a livello di componenti, spostando lo switch dell’alimentazione vicino alla porta USB, cosa che sicuramente avrà delle ripercussioni sulla compatibilità dei vari case in vendita (praticamente non saranno compatibili quelli per i modelli da 2 e 4GB). Il costo della nuova macchina, sui siti ufficiali presenti qui, è di 83.90 Euro più spese di invio, al momento l’inventario è abbastanza pieno.

Nuovo switcher ed induttori. Foto Raspberrypi.org

Ma non finisce qui. Il team ha rilasciato anche un nuovo aggiornamento per il sistema operativo Raspberry, che da oggi non si chiamerà più Raspbian ma Raspberry PI OS. Tra le novità, da segnalare l’aggiunta di BookShelf, una sorta di catalogo dove potrete trovare in formati digitale tutte le riviste (libri, tutorial etc) rilasciate e visibili online, usando il browser Chromium. È stato inoltre aggiunto un Magnifier, uno strumento che permette di ingrandire porzioni di schermo, una lente di ingrandimento insomma. Per aggiornare a PI OS, vi basterà eseguire un sudo apt update ed un sudo apt full-upgrade.

Dulcis in fundus, è finalmente disponibile una beta a 64 bit di Raspbian Raspberry Pi OS! Per i più smanettoni, un sistema a 64bit permetterà di poter usare più di 3GB di RAM in un singolo processo e nessuna paura, il sistema avrà lo stesso set di applicazioni, ma già compilate per 64bit usando l’esistente port di Debian arm64. Trovate più informazioni sulla beta su questo post.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here