HomeLinuxCome automatizzare gruppi di immagini con Gimp

Come automatizzare gruppi di immagini con Gimp

Se avete mai usato Photoshop avrete certamente apprezzato le batch, ovvero la possiblità di eseguire un set di azioni per modificare più files in un colpo solo. Oggi vedremo come fare quando Photoshop non c’è, ovvero come automatizzare i comandi su GIMP.

Grazie ad uno sviluppatore italiano, Alessandro Francesconi ed alla sua creazione, BIMP potrete modificare set di immagini e vivere felici.

Prima di cominciare, sappiate che BIMP è disponibile per Windows, Linux, e MacOSX.

Mentre per i primi due la cosa è più sbrigativa, la versione per Linux richiede di fare tappa nel terminale. Nulla di problematico: è tutto guidato ed a colpo sicuro.

La procedura che segue si applica un po’ a tutte le versioni, ma io l’ho testata su Debian e Ubuntu.

Ovviamente dovrete prima aver installato Gimp.

Scaricate il codice sorgente dalla pagina di download del sito ufficiale e scompattatelo dove vi pare, purchè vi ricordiate dove. Assumiamo che lo abbiate lasciato nella cartella “Scaricati”.

Portatevi nel terminale e raggiungete la cartella in questione

cd Scaricati/gimp-plugin-bimp-master

Ora è il turno di

make && make install-admin

Che siate stanchi o che ne vogliate ancora, siete pronti. Lanciate Gimp e portatevi nel menu file. Noterete la presenza di un nuovo elemento chiamato “Batch image manipulation”. Cliccateci e vi si aprirà una finestra, come nell’immagine seguente.

bimp gimp plugin main

Anche i meno anglofili tra di voi intuiranno che cliccando su “aggiungi” si potranno inserire azioni da eseguire, quali ritaglio, watermark e filtri vari;

mediante il pulsante add images potrete inserire immagini singole o cartelle intere, e cliccando sul pulsante a destra (impostato di default con la vostra cartella utente), output folder potrete indicare dove salvare i file, e cliccando su applica, il programma inizierà a processare i files indicati. Tadaaaaaa! Eccovi serviti.

P.S. Mi scuso per l’immagine in evidenza. 😀

Luigi Lacquaniti
Tecnico e Web designer freelance.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime dal Blog