Home Guide Come creare una unità pubblicitaria cliccabile con Google AdSense

Come creare una unità pubblicitaria cliccabile con Google AdSense

Oggi ci addentreremo nel mondo degli annunci pubblicitari di AdSense, nello specifico negli annunci di backup.

Cosa sono gli annunci di backup?

Sono quegli annunci che vengono visualizzati prima di quelli inviati da AdSense. Google ci permette diverse opzioni prima che l’annuncio stesso venga visualizzato, tra cui quella di impostare uno spazio vuoto, di togliere lo spazio pubblicitario o di impostare appunto un annuncio di backup.

Però una bacchettata ci sta tutta, Google non specifica che l’URL da inserire può essere anche una pagina HTML e non solo il link diretto ad una immagine (come è facile intuire), e quindi l’immagine personalizzata che servirà da pubblicità-backup, non potrà essere associata a nessun link, proprio perché manca il campo per associare un indirizzo http.

Per rendere la vostra immagine/banner cliccabile, dovrete creare una pagina HTML, con all’interno i tags basici ed i campi corrispondenti alla vostra immagine, ed url associato:

<html>
<head>
<title></title>
</head>
<body>
<a href=”https://webinblack.net” target=”_top”><img src=”/linkimmagine.jpg”></a>
</body>
</html>

Notate il target _top, questo va lasciato in modo che l’immagine venga visualizzata correttamente nell’iframe.

Salvate il file .html e caricatelo nel vostro spazio web, dopodiché tornate su AdSense, e nella unità pubblicitaria creata, associate l’URL appena creato. Ovviamente dovrete creare una pagina .html per ogni unità che pensate di associare con un annuncio di backup.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime dal Blog

MacOS: come verificare se la propria app installata è 32 o 64 bit

Con l'avvento di Catalina, il nuovo sistema operativo Apple, tra le altre novità ce n'è una che ha frenato gli entusiasmi e le dita...

MacOS: come disattivare l’anteprima dopo lo screenshot

MacOS ha introdotto, su Mojave, una funzione ispirata dalla controparte iOS, ossia la possibilità di poter modificare lo screenshot subito dopo averlo "scattato". Difatti per...

Netflix: ufficiale l’aumento dei prezzi sui piani Standard (HD) e Premium (UHD)

Era un rumors quasi certo, ed è stato alla fine ufficializzato: Netflix ha aumentato i prezzi su due dei tre piani sottoscrivibili. I piani Standard...

Google Maps: ora visibile anche il tachimetro mentre si guida

Da qualche settimana il famoso navigatore made in Google sta (finalmente) implementando delle funzioni prese in prestito dal suo fratellino Waze. Dopo aver visto...

Mounty: ed i dischi NTFS non sono più un tabù su MacOS

Chi possiede un Mac da diversi anni sa bene quanto sia poco intuitivo ed immediato poter scrivere su un disco esterno in formato NTFS. Il...