Home Guide Come creare una unità pubblicitaria cliccabile con Google AdSense

Come creare una unità pubblicitaria cliccabile con Google AdSense

Oggi ci addentreremo nel mondo degli annunci pubblicitari di AdSense, nello specifico negli annunci di backup.

Cosa sono gli annunci di backup?

Sono quegli annunci che vengono visualizzati prima di quelli inviati da AdSense. Google ci permette diverse opzioni prima che l’annuncio stesso venga visualizzato, tra cui quella di impostare uno spazio vuoto, di togliere lo spazio pubblicitario o di impostare appunto un annuncio di backup.

Però una bacchettata ci sta tutta, Google non specifica che l’URL da inserire può essere anche una pagina HTML e non solo il link diretto ad una immagine (come è facile intuire), e quindi l’immagine personalizzata che servirà da pubblicità-backup, non potrà essere associata a nessun link, proprio perché manca il campo per associare un indirizzo http.

Per rendere la vostra immagine/banner cliccabile, dovrete creare una pagina HTML, con all’interno i tags basici ed i campi corrispondenti alla vostra immagine, ed url associato:

<html>
<head>
<title></title>
</head>
<body>
<a href=”https://webinblack.net” target=”_top”><img src=”/linkimmagine.jpg”></a>
</body>
</html>

Notate il target _top, questo va lasciato in modo che l’immagine venga visualizzata correttamente nell’iframe.

Salvate il file .html e caricatelo nel vostro spazio web, dopodiché tornate su AdSense, e nella unità pubblicitaria creata, associate l’URL appena creato. Ovviamente dovrete creare una pagina .html per ogni unità che pensate di associare con un annuncio di backup.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime dal Blog

Google Maps: al via la modalità “Moto”

Da qualche giorno Google con la sua applicazione Maps ha lanciato la modalità "Due Ruote", ossia come il nome indica, il tragitto suggerito per...

Plex: al via il servizio di streaming gratuito di film e TV show

Plex, il noto media manager nato da costola di XMBC (ora conosciuto come KODI) e divenuto un punto fermo per quanto riguarda la condivisione...

Netflix potrebbe bloccare la condivisione degli account

Uno dei punti più interessanti di Netflix è quello di poter dividere il prezzo dell'account fino a 4 utenti, fattore che sicuramente ha contribuito...

MacOS: come verificare se la propria app installata è 32 o 64 bit

Con l'avvento di Catalina, il nuovo sistema operativo Apple, tra le altre novità ce n'è una che ha frenato gli entusiasmi e le dita...

MacOS: come disattivare l’anteprima dopo lo screenshot

MacOS ha introdotto, su Mojave, una funzione ispirata dalla controparte iOS, ossia la possibilità di poter modificare lo screenshot subito dopo averlo "scattato". Difatti per...