HomeCuriositàFatti due risate con "pointer pointer"

Fatti due risate con “pointer pointer”

Al servizio di innovazione, divulgazione e sviluppo, la rete è -nel bene e nel male- anche lo strumento di distrazione di massa per eccellenza.

Non parleremo dell’universo dei gattini -non oggi- ma di qualcosa che comunque vi strapperà una risata.  Sulle prime sembrava trattarsi di Intelligenza Artificiale, ma di fatto è tutt’altro,  ingegnoso e simpatico…cosa?

Sto parlando di pointerpointer.com, ovvero una inutility on line che vi consentirà, indicando sullo schermo un punto a vostro piacimento, di visualizzare un’immagine che punti ad esso (provare per credere!). Per quanto sia una ca**ata epica, non vi staccherete facilmente.

Si tratta di un esperimento di un team olandese di creativi digitali (Moniker), che tra le altre cose -così afferma un vecchio articolo su fastcompany.com -, aveva occultato una likebox di facebook, attivabile dopo il quinto click :D. Scorretto? Non saprei…ma se fai qualcosa per cinque volte, probabilmente ti piace davvero.

Portandovi a questo indirizzo, cliccando col vostro puntatore del mouse in un punto qualunque della schermata nera, otterrete una foto in cui della gente indica esattamente quel punto.

schermata principale di pointer

una immagine da pointer pointer

Il sito web di Studiomoniker è semplice e simpatico sul quale ogni tot salta fuori una mano gialla a indicare la voce “shop” sul menu; alcuni tra i progetti realizzati “parlano” olandese, quindi richiedono un tantino di andirivieni da google translate, ma sono piuttosto interessanti, o comunque singolari.

una schermata del sito web moniker

Fuori dal faceto, ho notato “My inner wolf“, un progetto sulla crisi di assenza (epilessia), che offre una rappresentazione interattiva immersiva del fenomeno, alla quale si può anche partecipare tramite la fotocamera del proprio smartphone, oppure visualizzare i vari risultati degli altri utenti. Questo il sito.

Il team ha preso parte all’ultima edizione del DA Z, ovvero Digital Art Zurich, e se vorrete dare un’occhiata al sito dell’esposizione, lo trovate qua.

Tornando a pointerpointer, ho cercato di capire quale fosse la magia, e ho trovato una sorta di convegno di curiosi a riguardo che questa pagina cercano di fare il punto ed offrono  interessanti spunti di approfondimento. Se vi va di infierire, in questo video viene illustrato che si tratta dell’interazione con un file JavaScript capace di elaborare le immagini producendo diagrammi di Voronoi

Se il vostro bisogno di leggerezza non dovesse essere stato appagato appieno, di seguito vi consiglio la lettura di alcuni articoli di repertorio. Buona lettura!

Luigi Lacquaniti
Tecnico e Web designer freelance.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime dal Blog