E’ Linux, ma sembra Windows: ecco BRLix (AKA Famelix)

Tempo fa, in due casi distinti, sentii parlare di Famelix, e di "una distribuzione di Linux che aveva l'interfaccia di WindowsXP"...anni dopo, a seguito di una breve ricerca, vengo ail logo di BRLix sapere che le due erano in realtà una cosa sola, e che nel frattempo il progetto è stato ribattezzato BRLix.

A dispetto del nome impronunciabile, BRLix, è un Sistema Operativo tutt'altro che complesso, basato sulla collaudatissima accoppiata Debian - KDE (3.5) , la cui peculiarità principale, sebbene disprezzata da certi puristi accaniti, è il tema: spudoratamente Windows-like, in quanto a colori, icone e menu (c'è addirittura lo scudo giallo degli aggiornamenti!).

Di default, per la distribuzione e sul sito web troviamo il portoghese, forse a sottolineare che si tratta di un progetto brasiliano...ad ogni modo non temete: è possibile faril pannello delle impostazioni del desktop partire il liveCD anche in inglese, spagnolo, tedesco, francese e..."italiano"...virgolettato poichè la simpatica distro  carioca, a quest'ultima scelta fa corrispondere nuovamente l'inglese; la preferenza è anche selezionabile all'interno di un menu dedicato nel "Pannello di Controllo", anche se con il medesimo effetto (forse perchè si tratta di una release non ufficiale).

N.B:Le nuove impostazioni, per funzionanti o meno che siano saranno disponibili rieffettuando l'accesso (la password è "brlix").

I requisiti minimi, (CPU da 300MHz con 128MB di RAM) sembrerebbero non lasciare fuori nessuno; l'installazione è semplice e "classica" può essere effettuata da CD o pen-drive avviabile opportunamente preparata ( ne abbiamo parlato qui ).

BRLix e Famelix partono dalla medesima ispirazione -Windows- e rappresentano le varianti Vista e XP. Non è esclusa la possibilità di contaminazioni incrociate fra le due versioni. Certa e immutabile è invece l'architettura supportata:  32 bit per entrambe.

Sul sito Web ufficiale, analogamente a quanto avviene per Slack,  è offerta la possibilità di personalizzare la propria versione, scegliendo i pacchetti da includere o meno sul file ISOche poi si scaricherà, previa veloce registrazione gratuita.

Per quanto attiene alla versione standard, la dotazione software di base non è male, ed include -coerentemente con il tema-  Wine e la relativa GUI di configurazione (Wineconfig) all'interno
il pannello di controllo di BRLix
del Pannello di Controllo, ma mi duole ricordarvi che il tema Windows, non conferisce superpoteri a Wine; gli altri programmi che troverete installati sono la Suite da ufficio BrOffice (OpenOffice brasiliano), i player Kaffeine, MPlayer, SMPlayer, il software di masterizzazione K3B, Discador3G, applicazione dedicata alle "pennette internet" (leggi modem HSDPA/ HSUPA) , e poi il client IM Emesene, Firefox e Thunderbird come browser e client di posta elettronica, un ambiente di sviluppo per php e simili dal nome KDiff... insomma c'è n'è abbastanza e poi comunque sarà sempre possibile l'aggiunta di ciò che vi pare, dalla voce dedicata all'aggiunta/rimozione dei programmi del Pannello di Controllo.

Così come per Vista, è possibile installare dei gadgets sulla scrivania, grazie a Super Karamba, applet che consente l'aggiunta di orologio, calendario, analizzatore delle risorse e altro; è inoltre possibile personalizzare ogni singolo desktop, avvalendosi tra le altre cose di un servizio integrato di temi online, disponibile direttamente dalle impostazioni del Desktop.

Tante le cose curiose annesse a questa distribuzioni: non ultima l'insolita fatto di hostare  il file ISO su Megaupload.

Certamente simpatica, trovo che Brlix sia espressione della calda e colorata terra d'origine, e non condanno le trovate rudimentali e le dimenticanze annesse (broken link sul forum e su alcune versioni di Famelix), dato che alla fine, sul banco di prova, svolge bene le sue funzioni, rivelandosi stabile e comoda. Se vi va di provarla, trovate i link per scaricarla qui.

Um abraço a todos!

email

Autore: GinoCQ

Web designer freelance.

Condividi su