Home Android Come testare la versione mobile di una pagina web su Desktop

Come testare la versione mobile di una pagina web su Desktop

Spesso, per un motivo o per un altro, ci si ritrova a dover testare una pagina web in modalitá Desktop ed a volte il solo “restringere” la finestra del browser non è sufficiente.

Oggi vi spiegheremo come fare per potere vedere (ed ispezionare) un sito web in modo nativo direttamente dal vostro smartphone Android (sorry iOS), comodamente dal vostro computer Desktop.

Prima di tutto assicuratevi di aver abilitato la modalitá sviluppatore sul vostro telefono:

  • Impostazioni – Informazioni sul telefono – Informazioni Software – toccate 10 volte dove dice “Versione Build”

Fatto ciò vi troverete una nuova voce nelle Impostazioni (a fondo) chiamata Opzioni Sviluppatore, posizionatevi lí ed abilitate le “Debug USB”.

Il collegamento andrà fatto via adb, quindi assicuratevi di aver installato il necessario:

Munitevi di un cavo USB  e collegate il vostro telefono al computer, e vi apparirà un popup chiedendovi l’autorizzazione per collegarvi al vostro computer.

Se nel caso abbiate già installato adb, e il computer non veda il vostro dispositivo, provate  a revocare le autorizzazioni dal telefono (Impostazioni – Opzioni Sviluppatore – Revoca autorizzazioni debug USB) e poi riavviate adb da terminale, scrivendo adb kill-server e poi adb start-server .

Ora aprite Google Chrome (ovviamente va bene anche Canary), andate nel menu Sviluppatore (Visualizza – Sviluppatore – Javascript Console) e cliccate nei 3 puntini verticali presenti nell’angolo in alto a destra della finestra. Selezionate “More Tools”  e poi “Remote Devices” (ho provato a cambiare il mio Chrome in Italiano ma non mi traduce queste voci 🤔).

Nella nuova sezione dovrebbe apparire il vostro terminale, e da lì potrete controllarlo da remoto, aprendo nuove schede o esaminando quelle già aperte.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime dal Blog

MacOS: come verificare se la propria app installata è 32 o 64 bit

Con l'avvento di Catalina, il nuovo sistema operativo Apple, tra le altre novità ce n'è una che ha frenato gli entusiasmi e le dita...

MacOS: come disattivare l’anteprima dopo lo screenshot

MacOS ha introdotto, su Mojave, una funzione ispirata dalla controparte iOS, ossia la possibilità di poter modificare lo screenshot subito dopo averlo "scattato". Difatti per...

Netflix: ufficiale l’aumento dei prezzi sui piani Standard (HD) e Premium (UHD)

Era un rumors quasi certo, ed è stato alla fine ufficializzato: Netflix ha aumentato i prezzi su due dei tre piani sottoscrivibili. I piani Standard...

Google Maps: ora visibile anche il tachimetro mentre si guida

Da qualche settimana il famoso navigatore made in Google sta (finalmente) implementando delle funzioni prese in prestito dal suo fratellino Waze. Dopo aver visto...

Mounty: ed i dischi NTFS non sono più un tabù su MacOS

Chi possiede un Mac da diversi anni sa bene quanto sia poco intuitivo ed immediato poter scrivere su un disco esterno in formato NTFS. Il...